R.n.S. - RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO


FINALITA'
La descrizione essenziale del "Rinnovamento nello Spirito Santo" è contenuta in un documento stilato da alcuni teologi, il quale afferma : "Ciò che caratterizza il Rinnovamento nello Spirito, ovunque si realizzi, è il costituirsi di gruppi di cristiani che pregano insieme e chiedono nella preghiera una nuova effusione dello Spirito Santo, in virtù della quale alla grazia dell'iniziazione cristiana sia aggiungano una nuova presa di coscienza della signoria di Gesù, una nuova esperienza dei doni e dei carismi dello Spirito, una nuova disponibilità ad usarli al servizio dei fratelli e della Chiesa."
Le mete fondamentali del RnS prevedono perciò la promozione:
- di una matura e continua conversione personale a Cristo Gesù, nostro Signore e Salvatore ;
- di una decisiva e personale apertura alla presenza ed alla potenza dello Spirito Santo ;
- dell'accoglienza e dell'uso dei doni spirituali non soltanto nel RnS ma in tutta la Chiesa ;
- dell'evangelizzazione nella potenza dello Spirito Santo, della rievangelizzazione dei cristiani, della cultura e delle strutture sociali ;
- di una continua crescita verso la santità attraverso un prudente inserimento degli aspetti carismatici nella vita della Chiesa.
Il Rinnovamento nello Spirito Santo è il più diffuso movimento ecclesiale dei nostri tempi . E' difficile farne una stima numerica : si parla di settanta milioni di cattolici presenti in ogni paese e nazione. Le prime esperienze del Rinnovamento Carismatico Cattolico risalgono ai primi giorni dell'anno 1967 allorché alcuni studenti americani dell'Università Cattolica di Duquesne (Pitsburg) si riunirono per un periodo di intensa preghiera durante il quale chiesero al Signore di rinnovare la Pentecoste. Il R.n.S. giunse in Italia nell'autunno del 1970 allorché quattro sacerdoti ed una suora fondarono un gruppo di preghiera di lingua inglese, al quale si unirono, durante i mesi seguenti, una quindicina di persone tra cui l'attuale Arcivescovo di Milano Carlo Maria Martini. Oggi i gruppi di Rinnovamento riconosciuti in Italia sono 1391, coordinati da un Consiglio Nazionale ed un Comitato Nazionale di Servizio. In tutte le regioni il coordinamento è assicurato dai Consigli e Comitati regionali.

Gli incontri del gruppo : ciascun gruppo di Rinnovamento nello Spirito si raduna con cadenza settimanale per un incontro di preghiera e crescita spirituale, nel quale si dà ampio spazio alla lode che nasce spontanea dall'accoglienza di un brano biblico donato all'assemblea.
Al momento di preghiera di lode e meditazione della Parola fa seguito uno spazio dedicato alla catechesi, svolta secondo un itinerario di fede basato sulla Scrittura (un Vangelo, gli Atti, le lettere di San Paolo) ovvero sui documenti della Chiesa (catechismo, encicliche). Alla preghiera ed alla catechesi, talvolta si aggiungono brevi testimonianze, particolarmente incentrate sulla conversione di vita, che possano edificare l'assemblea. L'incontro ha inizio o conclusione con la celebrazione eucaristica.
Il Seminario di vita nuova nello Spirito: la più significativa opportunità di crescita offerta dai gruppi di RnS è rappresentata dal "Seminario di vita nuova nello Spirito", itinerario spirituale di preparazione durante il quale i partecipantirinnovano le promesse battesimali, approfondiscono le ragioni della propria fede, predispongono il cuore all'accoglienza della Signoria di Cristo nella loro vita.
In questo cammino di conversione, una tappa fondamentale è la "preghiera per l'effusione", durante la quale alcuni fratelli "anziani" invocano, con semplicità di cuore, lo Spirito Santo affinché rinnovi i prodigi della Pentecoste.
Quello che è importante rilevare è che gli effetti di questa "vita nuova nello Spirito" sono visibili e si concretizzano in un rinnovato impegno nella testimonianza e nel servizio ai fratelli ed alla Chiesa. Molti sono, infatti, i membri dei gruppi di RnS attivamente impegnati nelle Parrocchie come catechisti, come ministri straordinari dell'Eucarestia, come operatori della carità, e non manca qualche diacono permanente.
"Pastorale" e "Comitato" : Ogni gruppo è guidato e "vegliato" dal "pastorale", composto da laici eletti dai componenti del gruppo stesso. A loro volta, i responsabili dei gruppi eleggono i componenti del Comitato Diocesano, organismo di comunione e servizio che, a livello provinciale, promuove una serie di iniziative di formazione e crescita spirituale.
Il Comitato diocesano cura l'aspetto pastorale come quello ministeriale, articolato in relazione ai carismi presenti e riconosciuti: catechesi e formazione permanente, evangelizzazione, pastorale familiare, intercessione per i sofferenti, animazione della preghiera, musica e canto, amministrazione e organizzazione, anche se il frutto più efficace di ogni azione è la comunione tra i vari ministeri, uniti nel servizio ai fratelli e quindi alla Chiesa.
Il Comitato diocesano organizza incontri, seminari, ritiri, secondo un articolato programma.
Il ministero dell'evangelizzazione dà vita ad una scuola di formazione allo scopo di preparare coloro che danno disponibilità ad essere inviati dal parroco in missione porta a porta (sarebbe più esatto dire "cuore a cuore") sul territorio della parrocchia, peraltro già preparata per accogliere i nuovi evangelizzati. Nel quadro delle iniziative di evangelizzazione sono inseriti momenti di annuncio kerigmatico, di testimonianze di vita, e di altre espressioni, come il mimo, capaci di raggiungere efficacemente il cuore di quanti vi partecipano.
La pastorale familiare organizza incontri di formazione ed approfondimento su vari temi di grande attualità che coinvolgono sia coppie sposate che giovani fidanzati : la procreazione responsabile, i rapporti prematrimoniali, l'aborto, la crisi della relazione coniugale. L'intento è quello di offrire, in incontri aperti a tutti, un'occasione di conoscenza o approfondimento sia su ciò che il Magistero della Chiesa insegna, sia sugli aspetti medico-scientifici, avvalendosi per questo dell'apporto di qualificati esperti di provata formazione cristiana .
Il ministero di 'intercessione si impegna a far crescere quanti si sentono particolarmente chiamati alla preghiera ed alla consolazione dei sofferenti. Ormai da anni, il ministero anima, con cadenza mensile, una celebrazione eucaristica di intercessione per i sofferenti, che vede larga partecipazione di fedeli, diversi dei quali sono tornati a frequentare la S. Messa ed i sacramenti dopo molti anni.
La realtà della Diocesi di Messina Lipari Santa Lucia del Mela: sono presenti numerosi gruppi di Rinnovamento nello Spirito Santo accomunati dalla medesima caratteristica, quella cioè di operare all'interno di comunità parrocchiali. Sembra questo un segno dalla duplice valenza: da un lato l'accresciuta accoglienza dei Pastori nei confronti di questa realtà ecclesiale, riconosciuta dal Consiglio Episcopale Permanente della CEI, dall'altro la maturazione dei gruppi stessi nell'impegno di testimonianza e servizio nella Chiesa, nella quale pienamente si sentono inseriti.
Attualmente sono presenti nella Diocesi di Messina diciotto gruppi di RnS che il Comitato Diocesano riconosce ufficialmente e che sono riportati nell'annuario pubblicato dal Comitato Nazionale di servizio. Esistono poi altri gruppi, denominati "in formazione" in quanto di più recente costituzione, che si riconoscono nella spiritualità del Rinnovamento e camminano in comunione con il Comitato Diocesano. Il loro riconoscimento ufficiale verrà dopo un periodo d'attento discernimento sul cammino spirituale, sull'ortodossia dei comportamenti dei loro membri e dei relativi responsabili.




DOVE PUOI TROVARCI gruppi riconosciuti gruppi in formazione
SITO DIOCESANO www.rnsmessina.it
SITO REGIONALE www.rns-sicilia.it
SITO NAZIONALE www.rns-italia.it